Cambio di residenza e Legge Bersani assicurazioni

Cambio di residenza e Legge Bersani
Cambio di residenza e Legge Bersani: il trucchetto funziona? E' legale?

Vediamo se e come funziona il “trucchetto” di cambiare la residenza per ottenere una classe di merito con Legge Bersani. Il nostro esperto analizza i casi, le implicazioni burocratiche e fiscali, ed i tempi da rispettare per evitare la revoca del beneficio.

In questo articolo trattiamo un aspetto specifico della Legge Bersani (qui il nostro approfondimento su come usare la Bersani), la norma che permette di mantenere la classe di merito sulle seconde auto (sia personali che familiari).

Ci andiamo a concentrare su un aspetto particolare che spesso è oggetto di dubbi, almeno a giudicare dalle molte domande che ci ponete in merito, ovvero cosa accade ai benefici acquisiti con la Legge Bersani in caso di cambio di residenza.

Andiamo per ordine: questo aspetto emerge nei casi in cui si assicuri un’auto utilizzando la classe di un familiare convivente, cosa espressamente prevista dalla legge. Vediamo i vari casi possibili.

Spostare la residenza PER STIPULARE la Legge Bersani

Se vivete da soli o comunque nel vostro nucleo familiare non ci sono vetture assicurate in una buona classe, vi potrebbe venire l’idea di spostare la residenza, ad esempio presso un parente, o un buon amico, appositamente per assicurare il veicolo sfruttando i benefici della sua classe. Magari solo temporaneamente. O magari è l’altra persona, già assicurata, che vi fa il favore e prende la residenza presso di voi.

Sappiate che questa operazione è assolutamente legale e concessa senza problemi dal punto di vista assicurativo, ma ci sono alcune cose importanti da sapere.

Cambio dei Documenti

La prima cosa da sapere è che, con il cambio di residenza, anche se per breve periodo, andranno modificati tutti i documenti, i libretti della auto, i dati presso banche, leasing e assicurazioni, e molto altro.

Verifica dell’effettiva residenza

Altro aspetto: il cambio di residenza deve essere reale, ovvero vengono fatti controlli mirati per verificare che la data persona viva effettivamente a quel recapito. I controlli, solitamente a campione e più frequenti quando implicati ci sono minori, possono prevedere visite a sorpresa, ma anche controlli sui nomi dei campanelli, domande ai vicini e simili.

Stesso Stato di Famiglia e implicazioni

La legge Bersani richiede stessa residenza e anche medesimo Stato di famiglia: significa andare a fare nucleo familiare con questa persona.

Bisogna valutare molto attentamente le implicazioni del fare Stato di famiglia con altre persone, in quanto i risvolti potrebbero essere pesanti sia in termini fiscali, specie se si beneficia di agevolazioni legate all’ISEE, assegni familiari e altro legato al reddito familiare, che cambierà.

Se si ha una casa propria

Inoltre, se abitate in un immobile di proprietà e spostate la residenza, questo non sarà più “abitazione principale” per il periodo di spostamento residenza, con conseguente obbligo di pagare IMU, e tariffe non residenti per le utenze.

Fate attenzione anche al mantenimento delle agevolazioni fiscali “prima casa”, specie se acquistata da poco.

Altri problemi potrebbero insorgere eventualmente nel successivo ri-trasferimento di residenza, come vediamo in dettaglio nel seguente punto.

Cambio di residenza e Legge Bersani
Cambio di residenza e Legge Bersani: il trucchetto funziona? E’ legale?

Cambio di residenza DOPO la stipula della Legge Bersani

Dopo alcuni anni

Se avete assicurato la vostra auto utilizzando la legge per partire dalla classe, ad esempio, di un vostro familiare, e dopo alcuni anni avete l’esigenza di cambiare residenza, sappiate che la classe Universale è ormai vostra, consolidata, e non vi sarà mai tolta.

Questo è vero, a differenza di quanto affermato da alcune compagnie, che sostengono che vi è una revoca della classe, per incompetenza o malafede.

Dopo poche settimane o mesi

Se tuttavia state spostando la residenza subito dopo la prima stipula della polizza, la cosa potrebbe non essere così.

E’ il caso, ad esempio, di coloro che hanno trasferito la residenza appositamente per stipulare l’assicurazione e desiderano ritornare al loro vero domicilio quanto prima (vd. punto precedente).
Ma questa esigenza potrebbe esserci anche in quelle famiglie nelle quali un figlio si appresta ad andare a vivere da solo e si decide di fare una polizza con Legge Bersani “in extremis” prima che cambi residenza.

A nostro giudizio non è mai consigliabile ri-trasferire subito la residenza, in quanto la legge parla di convivenza “stabile” con la persona della quale si eredita la classe di merito.

Spostare dopo poco tempo, potrebbe portare alla revoca del beneficio da parte della compagnia. Non è un fatto automatico, né dovuto, ovvero è a discrezione della compagnia, ma è bene ricordare che è obbligatorio informare tempestivamente la propria compagnia riguardo i propri cambi di residenza, quindi non si può “fare finta di nulla”.

Termine minimo consigliato

Sebbene non sia un termine di legge, noi riteniamo che sia prudente non trasferire la propria residenza fino al primo rinnovo della polizza (1 anno), o almeno fino alla emissione del primo attestato di rischio a proprio nome (10 mesi dopo la stipula): l’attestato di rischio costituisce infatti una sorta di conferma, un “consolidamento” della classe a proprio nome.

Cambio di residenza del proprietario della vettura “origine”

Può capitare che, al contrario, dopo aver stipulato una polizza, sia il proprietario della vettura della quale si è preso la classe a dover cambiare residenza.

Magari, tornando al primo caso, è quel parente o amico che vi ha fatto il grande favore di spostarla temporaneamente presso di voi.

In questo caso, l’assicurato con legge Bersani non deve comunicare niente alla propria compagnia, per cui il fatto passerebbe del tutto inosservato, a meno di un confronto incrociato, più probabile se entrambi gli assicurati sono assicurati presso la stessa compagnia. In tal caso, un eventuale confronto incrociato delle due polizze potrebbe generare lo stesso problema di cui sopra, con revoca della classe per il secondo assicurato, mancando il requisito di “stabilità” della convivenza.

Come nel caso precedente, a nostro giudizio il rischio non esiste se la residenza viene trasferita dopo 10 mesi o più. Viceversa, il rischio è tanto maggiore quanto prima si fa il cambiamento subito dopo la stipula della polizza con legge Bersani.
Se già sapete che nel vostro caso accadrà questo, allora vi consigliamo di stipulare le due polizze presso due compagnie diverse, in modo che non vi siano problemi. Anche in questo caso si tratta di una precauzione e non è automatica la revoca.

Conseguenze in caso di revoca della Legge Bersani

Il rischio di una revoca va scongiurato non tanto per le probabilità che questo avvenga, a dire la verità piuttosto basse, ma piuttosto per quanto si rischia, decisamente molto.

Qualora il beneficio della legge Bersani venisse revocato, ci si ritroverebbe in una situazione davvero spiacevole in quanto la Classe Universale passerebbe automaticamente a 14, con conseguente cospicua richiesta di conguaglio da parte della compagnia, e tale classe dovrebbe essere mantenuta, non essendo probabilmente più in tempo l’assicurato a revocare il contratto ed a cercare soluzioni alternative.

Un altro aspetto da considerare è quello di una eventuale rivalsa della compagnia sull’assicurato in caso di un malaugurato sinistro, qualora questo avvenisse proprio nel periodo critico di osservazione dopo la prima stipula: state certi che più il sinistro è grave, ovvero oneroso perla compagnia, e più la compagnia diventa “pignola”.

Conclusioni

Riassumendo, la classe ottenuta con legge Bersani, NON viene revocata se l’assicurato cambia residenza, a meno che questo non avvenga entro poco tempo dalla prima stipula. In tal caso vi è un rischio di revoca a discrezione della compagnia, che è possibile minimizzare attendendo almeno 10 mesi / un anno (fino al primo attestato di rischio) prima di cambiare residenza.

Se invece a cambiare residenza è il titolare della polizza di provenienza, ancora una volta non ci sono problemi se è trascorso almeno un anno, in caso contrario è bene assicurarsi presso due compagnie diverse.

Per ogni dubbio, vi ricordiamo che qui trovate maggiori info sulla legge Bersani e che potete rivolgere le domande al nostro esperto, qui sotto tramite il modulo commenti.

Autore: Marco R. (Borsatrader)

Marco R. (Borsatrader)
Marco R. (Borsatrader) è un imprenditore che ha sviluppato competenze in molteplici campi della finanza in oltre 20 anni di investimenti e pratica del trading online. Dal 2003 ad oggi ha scritto oltre 700 approfondimenti sul risparmio, sulle assicurazioni, sugli investimenti immobiliari, e ha risposto online ad oltre 45.000 quesiti dei lettori.

694 commenti

AVETE UNA DOMANDA? SCORRETE FINO IN FONDO E SCRIVETE NEL MODULO COMMENTI, L'ESPERTO VI RISPONDERA' SU QUESTA PAGINA
  1. Avatar
    Lukam

    Buongiorno .. nel mio caso avrei una domanda,.
    Abito da solo da un anno , quando abitavo con mio padre avevo usufruito della legge per 8 mesi vendendo poi la macchina.. ora ho acquistato un altra auto e vivo da solo .. l’assicurazione mi fa usufruire lo stesso della legge inserendo la targa , è corretto oppure la fa fare ma poi può succedere qualcosa ?
    Grazie

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Dopo gli 8 mesi cosa hai fatto, hai sospeso la polizza e la stai riattivando adesso sul nuovo veicolo? Se così va bene, mentre se stai facendo un nuovo contratto, non ne avresti diritto.

  2. Avatar
    Cristiana M.

    Salve, mia figlia deve iscriversi all’Aire perchè ormai ha un contratto di lavoro a tempo indeterminato in Irlanda (EIRE). Finora e’ sempre stata residente con noi genitori in Veneto e noi stiamo usando la macchina di sua proprietà con l’ assicurazione a lei intestata (Tra l’altro all’acquisto dell’auto nel 2013 è partita dalla classe di merito più alta non potendo usufrire della legge Bersani perchè il padre era intestatario di assicurazione di un camper e non di un auto come è tuttora). Cosa succede nel momento in cui diventa operativa l’iscrizione all’AIRE?
    Dobbiamo cambiare l’assicurazione? La macchina resta in Italia e la continuiamo ad usare noi o temporaneamente la figlia quando tornerà in Italia per le ferie

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Ti invito a leggere il nostro articolo sulle auto per iscritti AIRE; in breve, c’è da fare una variazione a libretto e presso l’assicurazione.

  3. Avatar
    Giuseppe

    Salve Esperto, compro un auto nel 2017 intestando a me sfruttando però la Bersani tramite mio padre fino ad oggi quando vado a convivere con la mia ragazza.
    Da premettere che cambio compagnia assicurativa ogni anno in base all offerta proposta. Avendo cambiato residenza (sempre nello stesso comune però), perdo la classe di merito o in fase di preventivo posso comunque inserire i dati Bersani di mio padre come gli anni passati?

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      La tua classe si mantiene.

  4. Avatar
    Stefania

    Buongiorno,
    Sto acquistando un auto e Vorrei beneficiare della classe di merito di mia mamma ma siamo in due stati di famiglia diversi anche se la residenza coincide in quanto viviamo nello stesso condominio in due interni differenti.
    Se cointesto l’auto a me è alla mamma posso accedere alla classe di merito della mamma? Ed un giorno posso mantenerla ?
    Spero la mia domanda sia chiara.
    Grazie
    Stefania

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Purtroppo no, in quanto le compagnie chiedono lo Stato di famiglia. Per quanto riguarda la cointestazione, il discorso è complesso e spiegato in dettaglio nel nostro articolo “Assicurazione per auto cointestata”.

  5. Avatar
    Rita Renaudi

    Salve,
    Il mio compagno e’ stato nello stesso stato di famiglia del padre (con CU1) per svariati anni, cosi’ 3 mesi fa ha utilizzato la Bersani e ha avuto anche lui la classe 1. Dopo circa 3 mesi -ovvero settimana scorsa- io e lui siamo andati a vivere insieme, quindi stessa residenza e stato di famiglia- e speravo di poter accedere alla “sua” CU con la Bersani, ma il suo ATR al momento non e’ ancora disponibile in quanto sara’ emesso solo 30 gg prima della naturale scadenza (Mag/24).
    Cosa succede in questo caso? Posso comunque utilizzare la legge Bersani visto che lui di fatto ha attualmente una CU 1?
    Grazie mille in anticipo.

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      No, devi attendere l’emissione del suo primo Attestato, sperando che nel frattempo non venga revocata la sua CU1 a causa del suo cambio di residenza (maggiori dettagli proprio in questo articolo).

  6. Avatar
    Giulio

    Buongiorno, sono neopatentato ed ho intenzione di spostare la residenza nell’abitazione di mio fratello maggiore per poter usufruire della legge Bersani sull’assicurazione del primo veicolo che andrò ad assicurare a mio nome. Il mio problema è che entro 5-6 mesi dovrei successivamente trasferirmi all’estero (Canarie) e volevo sapere se questo mio nuovo cambio di residenza comporterà dei problemi con l’assicurazione o con la classe di merito ottenuta. Purtroppo non avrò nemmeno la possibilità di mantenere la residenza da mio fratello dopo il trasferimento, poichè ovviamente sarò costretto ad intestarmi un contratto di affitto nel nuovo paese

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Moltissimi Italiano scelgono di non iscriversi all’AIRE, per vari motivi, tra i quali il tuo è minore, valuta anche tu di adeguarti a questa consuetudine che, è bene precisarlo, non sarebbe consentita. Almeno per qualche mese.

  7. Avatar
    Alessandro

    Buongiorno,
    vorrei chiedere un’informazione: ho un’assicurazione a nome mio con auto cointestata con mio padre. Ho cambiato la residenza da un paio di anni e sono single (non sono più nel suo nucleo familiare). A breve cambierò auto (sarò l’unico proprietario), volevo sapere se con la nuova auto dovrò ripartire dalla classe più alta o potrò mantenere la classe di rischio attuale. Grazie mille

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Tutto ok, passando da 2 a 1 intestatario, la classe si mantiene.

  8. Avatar
    Luciano

    Salve sono un padre separato con residenza presso abitazione di mia Madre che ha due auto intestate con due compagnie assicuratrici diverse di cui una la guida mio figlio di anni 24 dal 2020,adesso vorrei intestare l auto a mio Figlio e quindi ripartire con nuova assicurazione qual ‘e’ il modo migliore da fare per risparmiare sui costi assicurativi se lo faccio subito ora,o aspettare che mio Figlio compie 26 anni attendo un vostro consiglio e’ ringrazio anticipatamente.

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Dopo che hai intestato la vettura a tuo figlio, questo potrà prendere la classe di una persona che risiede con lui, non so se sei tu o sua madre, a quel punto simula dei preventivi e fai alcune valutazioni.
      Sicuramente l’età gioca a sfavore, ma non è che a 26 anni ci sia uno “step” favorevole decisivo.

  9. Avatar
    Maurizio

    Buon Giorno e Grazie di Tutto, Vi chiedo un parere ed un consiglio, Mia Madre molto anziana, Vedova, Convivente (STESSA RESIDENZA E STATO DI FAMIGLIA) da sempre con il sottoscritto, (figlio Unico) abbiamo una sola auto in famiglia Fiat Panda però intestata A MIA MADRE Con il suo ATR Classe di Merito 1 (mai fatto incidenti) , purtroppo, la Mamma ha una salute molto cagionevole e prima che succede “l’irreparabile” vorrebbe intestare al sottoscritto LA SUA FIAT PANDA, Vi Chiedo se è possibile, con l’auto, “TRAPASSARE” ANCHE IL SUO ATR e gli attuali benefici. Grazie CORDIALI SALUTI

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Sfortunatamente, sia la legge Bersani che la RC Auto familiare sono applicabili solo ad ulteriori veicoli familiari. Ti suggerisco di trattare con la compagnia attuale il riconoscimento almeno della classe interna.

  10. Avatar
    Monia

    Buongiorno sono coniugata con mio marito da 20 anni . Però proprio L anno scorso per questioni familiari abbiamo due domicili differenti. Siccome io sono assicurata in prima classe mio marito vorrebbe prendere la mia stessa classe di merito.
    È fattibile? Nonostante nello stato di famiglia allo stato attuale non è presente

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Purtroppo non è possibile.

      • Avatar
        claudio

        Salve, mi sono imbattuto oggi in questa discussione: da quel che so e che leggo il coniuge non legalmente separato, anche se non risulta nello stato di famiglia perché, ad esempio, ha una diversa residenza (art. 3 c. 2 DPCM 159/2013) rientrano nel nucleo familiare. E il decreto Bersani non parla di stesso stato di famiglia bensì di stesso nucleo familiare. Per cui il coniuge che vive altrove non separato dovrebbe fruire del decreto Bersani.

        • Marco R. (Borsatrader)
          Marco R. (Borsatrader)

          Claudio: la legge Bersani richiede il requisito di stessa residenza, tuttavia da sempre le compagnie applicano eccezioni, e non solo per questo caso.

  11. Avatar
    Matteo

    Caro Esperto,
    purtroppo ho messo in pratica il trucchetto del cambio residenza per ereditare la sua classe di merito del genitore prima di aver scoperto questo interessante articolo e forum!

    Sono cioè proprietario di prima casa dove vivo da solo e, dal momento che ho guidato per quattordici anni un’auto che mi era stata regalata da mia mamma (ma intestata a lei), quando è stato ora di acquistare la nuova auto mi dispiaceva perdere la classe di rischio che mi ero sudato e ripartire daccapo, quindi ho spostato la residenza da mia madre (stesso Comune) per usufruire della Bersani.

    Consapevole che avrei pagato l’IMU sulla prima casa, stavo per rispostare la residenza oggi, quando sono trascorsi tre mesi per minimizzare la tassa, ma scopro ora col vostro illuminante articolo che non è così facile perché la compagnia assicurativa potrebbe contestarmi la polizza.

    Ora mi trovo nei pasticci perché devo valutare se attendere i 10 mesi (attestato di rischio a mio nome) o i 12 mesi di scadenza polizza per essere più sicuro nei confronti della compagnia (Zurich Connect), pagando però un botto di IMU oppure andare avanti con l’idea di ritornare alla mia residenza originaria.

    Vorrei però a questo punto verificare se questo mio preconcetto sul fatto che l’IMU si paghi in proporzione al numero di mesi trascorsi “fuori residenza” è fondato o meno.
    Arrivo alla domanda: che Lei sappia, che io sposti la residenza (e quindi perda il beneficio della prima abitazione di proprietà) per tre mesi come ho fatto finora, oppure per dodici mesi cambia l’importo dell’IMU che mi farà pagare l’Agenzia delle Entrate o rimane comunque fisso, ossia un’annualità intera?

    Capire questo mi aiuterebbe forse a decidere.
    Grazie

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Matteo, grazie dei complimenti. Ti confermo che l’IMU viene frazionata in mensilità.

      • Avatar
        Matteo

        Grazie della risposta.

        Ehm, a questo punterei a riportare la residenza sulla prima abitazione per non incappare nella mazzata da parte di A.d.E.

        Altra domanda: questa potenziale rivalsa della compagnia assicurativa dovuta alla mancanza di requisito di “convivenza stabile” può avvenire anche con le compagnie online, rispetto a quelle tradizionali? Ovvero, anch’esse sono così meticolose nello spulciare questi dettagli? Che ci guadagnano a contestare? Io potrei sempre rivolgermi ad altra compagnia meno pignola.

        Uiltimissima cosa: se invece “tengo duro” 10 mesi l’attestato di rischio a mio nome dovrebbe arrivarmi in automatico o lo devo richiedere io?

        • Marco R. (Borsatrader)
          Marco R. (Borsatrader)

          Non esiste distinzione di rigidezza tra compagnie tradizionali e online: cambia il modo di vendita, ma negli uffici ci sono comunque addetti, persone, ogni compagnia con i propri criteri e sistemi più o meno automatizzati.
          Cosa guadagnano a contestare? La compagnia deve per legge rispettare il regolamento nazionale.
          Quanto all’ultima domanda, sarà generato automaticamente e in genere disponibile online per le compagnie online, e cartaceo, magari per posta per le tradizionali (spesso da richiedere)

  12. Avatar
    Marialuisa

    Buongiorno,
    sto valutando acquisto auto usufruendo della Legge Bersani per la copertura assicurativa al fine di recuperare la classe di merito di papà che è molto anziano.
    Che cosa succederebbe se mio padre venisse a mancare prima dell’anno necessario a intestarsi la classe di merito ??
    Grazie e saluti

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      L’eventuale verifica avviene nei primi mesi e sulla esistenza della polizza. Se accade quello che temi, secondo me mantenendo attiva la sua polizza dovresti essere al sicuro da rivalse e contestazioni.

  13. Avatar
    Teresa

    Salve, ho la macchina cointestata con mio padre dal 2014 e l’assicurazione a me intestata. A breve cambierò residenza con la macchina cointestata avrò lo stesso la classe attuale di assicurazioni? E se dovessi in un futuro cambiare auto non essendo più nel nucleo familiare e sarà solo a nome mio cambierebbe qualcosa?

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Ti confermo che la classe si mantiene, sia cambiando la tua residenza che riducendo il numero di intestatari dell’auto a te soltanto.

      • Avatar
        Raffaele

        Salve vorrei integrare questa domanda. Nel mio caso l’auto è cointestata ma l’assicurazione è intestata a mio padre. Posso comunque mantenere la classe di merito anche se non siamo più residenti nello stesso Comune? Grazie

        • Marco R. (Borsatrader)
          Marco R. (Borsatrader)

          Confermo.

  14. Avatar
    samantha

    salve. mio marito è iscritto all’aire (germania) da un paio di anni x esigenze lavorative mentre il nucleo familiare è qui in italia. in famiglia abbiamo (e usiamo) un auto a lui intestata e a lui assicurata in classe 1; ora dobbiamo comprare una seconda auto: per usufruire della legge bersani vale lo Stato di Famiglia Aire? in caso contrario, c’è modo di trasferire l’attestato di rischio dalla vettura attualmente in uso senza ricorrere allo stato di famiglia?

    grazie, SS

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Temo che lui non compaia più nello Stato di famiglia, vista la residenza estera e di conseguenza la legge Bersani non è applicabile.

  15. Avatar
    Federico

    Buonasera,ho l’assicurazione auto intestata a mio padre,a settembre vorrei intestarla a me,posso usufruire della sua classe di merito se poi a dicembre/gennaio cambio residenza?

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Dalla tua domanda deduco che hai poco chiaro il sistema di attribuzione della classe rispetto alla proprietà del veicolo. Ti suggerisco di leggere ad esempio l’articolo sulla Legge Bersani o il nostro approfondimento sulle differenze tra Proprietario e Contraente.

  16. Avatar
    Mario

    Buongiorno, devo acquistare una moto per mio figlio che vive con me. Io sono in 1^classe e mio figlio è neopatentato. Per avere un notevole sconto sul premio assicurativo devo intestare la moto a me e l’assicurazione a mio figlio, oppure posso intestare sia la moto che l’assicurazione a mio figlio?
    Quando mio figlio eventualmente cambierà residenza, manterrà la classe di merito acquisita da me oppure dovrà partire dalla 14^?
    Grazie per l’attenzione

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      E? probabile che intestando la moto a te avrai un risparmio, tuttavia la classe non sarà mai trasferita a lui. Intestare il veicolo a lui è una forma di investimento per il suo futuro. Nota che è indifferente chi si intesterà l’assicurazione, dato che conta l’intestazione del veicolo.

  17. Avatar
    Riccardo G.

    Per 20 anni circa ho convissuto con mia moglie ed i figli. Da dodici anni mia moglie avendo ereditato casa dai suoi genitori ha cambiato abitazione assieme ai figli cambiando comune. Per motivi di lavoro e per non pagare doppia IMU io sono rimasto residente nella vecchia abitazione di mia proprietà esclusiva. Tuttavia, pur frequentando molto assiduamente di giorno e di notte la mia vecchia casa, abito di fatto anche insieme alla mia famiglia e quindi da dodici anni ho il domicilio sanitario e quello abitativo (che in caso di necessità dichiaro con autocertificazione). Anche per la dichiarazione ISEE figuriamo uniti come reddito familiare non essendo di fatto separati. Tuttavia, se chiedo uno stato di famiglia nel mio comune di residenza risulto solo. E per mia moglie ed i figli è ovviamente la stessa cosa. Posso usufruire della legge Bersani dimostrando la convivenza unicamente certificando il domicilio sia sanitario che abitativo magari allegando pure la copia ISEE? Oppure è obbligatorio lo stato di famiglia? In tal caso l’unica alternativa è intestare l’auto alla moglie (visto che lei è in 1^ cl. mentre io in 14^) per usufruire della Bersani? E intestando l’auto a me e l’assicurazione a mia moglie, come mai le assicurazioni chiedono un prezzo maggiore rispetto al premio che pagherebbe mia moglie come proprietaria e assicurata? Possono farlo?
    Grazie

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Fa fede solo quanto scritto nello Stato di famiglia, e quello che conta è il nome dell’intestatario del veicolo.

  18. Avatar
    Daniele

    Salve,

    ho fatto richiesta mesi fa per un cambio residenza ma il conune di Roma è molto indietro e ancora non sono state lavorate. Al momento risulto nello stesso stato famiglia di mia madre.
    Posso usufruire della legge bersani e della classe CU di mia madre?
    Ricapitolando la richiesta di cambio residenza è stata fatta ma non lavorata ancora
    Grazie

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      E’ molto rischioso, in quanto la compagnia assicurativa potrebbe fare un controllo tra uno o due mesi.

  19. Avatar
    Luisa V.

    Buongiorno.mo figlio usa un auto a me intestata.
    Da oltre un anno viv elle x conto suo e ha spostato la residenza.
    Facendo la voltura a suo nome, da che classe partirebbe la relativa assicurazione? Grazie

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      La tua classe non è recuperabile: partirebbe dalla CU14 oppure se ci fosse qualcuno con lui convivente attualmente….

  20. Avatar
    Massimiliano

    Salve,
    Ho necessità di cambiare residenza entro la fine dell’anno e al contempo sto valutando l’acquisto di un’auto assicurandola usufruendo della legge bersani (la residenza attuale è la medesima da svariati anni).
    Se dunque cambiassi residenza dopo un paio di mesi dall’acquisto della polizza, nel momento della comunicazione del cambio alla compagnia assicurativa, verrebbe mantenuta la classe ereditata?
    Grazie in anticipo

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      COme meglio approfondito nell’articolo, non è detto che dopo due mesi venga revocata, ma ragionando in termini cautelativi, è un periodo troppo breve.

  21. Avatar
    Alberto

    Buon pomeriggio e complimenti per il sito!

    Volevo chiederVi un aiuto sulla mia situazione attuale;

    Ho stipulato la mia prima assicurazione nel 2014, sfruttando la legge Bersani, entrando da subito in possesso della classe di merito di mio padre.
    Nel Maggio 2020 ho venduto l’automobile sulla quale avevo stipulato l’assicurazione sopra-citata, restando di fatto senza autoveicoli e assicurazioni a me intestate.
    Ora (Giugno 2021) vorrei acquistare una nuova auto ma avrei due dubbi:

    1. Posso mantenere la classe di merito che avevo acquisito nel 2014 e conservato fino al 2020 ?
    2. Potrei provare a ri-usufruire delle Legge Bersani (dato che risulto ancora residente nella casa di famiglia) anche se, molto probabilmente, la prossima primavera/estate comprerò casa con la mia fidanzata?

    Vi ringrazio molto!!
    Saluti

    :)

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Certo, la hai mantenuta e quasi sicuramente ti converrà proseguire con il vecchio attestato anziché ripartire con legge Bersani.

  22. Avatar
    Ellis

    Buongiorno,
    io avrei la polizza in scadenza il 31/07/21 e ho applicato la legge Bersani (è il mio primo anno da assicurato), ho già l’attestato di rischio e quindi volevo cambiare residenza per poter fare dei preventivi adeguati con altre compagnie assicurative più convenienti. Posso farlo senza problemi o mi conviene sempre aspettare la fine del contratto assicurativo e in caso potessi dovrei comunque avvisare la mia attuale compagnia?

    Grazie

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      A mio avviso puoi procedere.

  23. Avatar
    Salvatore

    Buonasera, guido da quasi vent’anni il veicolo intestato a mia madre su cui ha una classe prima, mi sono separato dallo stato di famiglia diversi anni fa, adesso devo acquistare un macchina nuova, posso cointestare la macchina di mia mamma per acquisire la classe di merito sulla nuova auto? Posso cointestare la nuova macchina con mia mamma ed acquisire la classe di merito sua?
    Grazie in anticipo.
    Saluti

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      SI e no: la risposta è articolata e la trovi nel nostro articolo “Assicurazione per auto cointestata” che spiega tutto bene.

  24. Avatar
    Francesco

    Buongiorno, vorrei delle delucidazioni riguardo l’applicazione della legge bersani.
    Mio fratello anni fa ha usufruito della legge bersani sull’auto A acquisendo la classe di merito di nostro padre. Dopo qualche anno ha cambiato residenza per motivi di lavoro. Adesso ha intenzione di acquistare una nuova auto B e trasferire l’assicurazione dell’auto A sulla nuova auto B, non perdendo la classe di merito acquisita.

    La domanda è questa, acquistando IO (ovviamente ho la residenza con mio padre) la sua auto A, posso usufruire della legge bersani su un veicolo già in passato usato per applicare la stessa legge?

    Grazie.

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      A mio giudizio si, fatte salve alcune compagnie che fanno eccezioni per le volture intra-familiari.

  25. Avatar
    Francesco

    Salve, vorrei comprendere meglio una questione legata allo stato di famiglia.
    Sono uno studente lavoratore, ho residenza e stato di famiglia differente dal nucleo familiare dei miei genitori, e per quanto detto non potrei usufruire della L. Bersani.
    La domanda che mi nasce spontanea è:
    perché per le tasse universitarie non è considerato il mio stato di famiglia bensì facendo carico ai miei genitori, e per agevolazioni fiscali (vedi legge Bersani) sono in uno stato assestante?
    Spero di aver reso chiaro il mio quadro,
    Ringrazio anticipatamente e saluto cordialmente.

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Sei sicuro che, essendo lavoratore e con residenza diversa, tu sia a carico dei genitori?

  26. Avatar
    arrigo imbriani

    Devo trasferire proprieta auto storica oltre 30 anni a mia figlia.la mia residenza e la stessa di mia figlia.posso x la legge bersani mantenere in contratto assicurativo a mio nome come era primarimanendo io il conducente dell auto in questione.nel caso di sinistro l assicurazione fatta a mio nome pur non essendo il proprietario risarcisce il danno

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Che confusione! Andiamo in ordine: a seguito del cambio proprietà, bisogna anche rifare o trasferire la polizza. Trasferire comporta pochi vantaggi e molti problemi al rinnovo. La legge Bersani non riguarda la cessione del contratto. Il conducente è soggetto diverso dal contraente della polizza, e può essere libero o soggetto a limitazioni a seconda del contratto.
      La cosa migliore sarebbe che tua figlia ripartisse con un contratto a suo nome, magari con uso di legge Bersani con altri veicoli del suo nucleo familiare, anche se va detto che, se il mezzo è ASI, allora il premio da pagare è comunque basso in ogni classe.

  27. Avatar
    Lucio

    Salve, con la classe mia CU 1 auto mia figlia può usufruire della stessa classe CU 1 per una moto? e se un dovesse acquistare un auto avrebbe la stessa classe di merito CU 1?
    Grazie

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Si, in virtù della Rc familiare (non della legge Bersani)

  28. Avatar
    WALTER

    Buongiorno .Mio figlio ha comprato una macchina usata e ha la mia classe di merito. Adesso mia figlia e domiciliata a Tropea (Calabria) ma la residenza c’è la qui a Roma. Deve avere la macchina della madre abbiamo fatto il passaggio di proprietà domanda: puo’ usufruire anche lei facendo una nuova assicurazione della mia classe di merito? Ci saranno problemi con la mia assicurazione? E per il cambio di residenza di mia figlia e meglio aspettare per non perdere il diritto della classe di merito?

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      SI, puoi ri-applicare la legge Bersani e consiglio anch’io di non spostare la residenza subito: io consiglio sempre 10 mesi cautelativamente.

  29. Avatar
    lucia

    Buongiorno,
    ho dovuto rottamare la mia auto un anno fa, ma ho terminato regolarmente il periodo assicurativo, nel frattempo ho però cambiato la mia residenza, ora, vorrei acquistare una nuova auto e vorrei sapere se posso utilizzare la mia vecchia classe di rischio. So che l’attestato di rischio ha validità 5 anni, ho effettivamente 5 anni di tempo per poter di nuovo avere la stessa classe assicurativa pur avendo nuova residenza?
    Grazie in anticipo

  30. Avatar
    Daniela

    Buongiorno, per usufruire della legge Bersani, devo tornare a vivere con i miei genitori che mi vendono la loro seconda auto? Io ho la residenza in una casa nella stessa città, nella quale vivo da sola. Non so se posso spostare la residenza e tenere comunque il domicilio nella casa in cui vivo in affitto. Grazie mille
    Saluti Daniela

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      E’ così…. l’articolo spiega tutto in dettaglio, anche i possibili risvolti negativi.

  31. Avatar
    Simona

    Buonasera
    La macchina che utilizzo è intestata a mio padre che però a breve me la venderà, con passaggio quindi anche dell’assicurazione a me.
    Io da più di un anno non vivo più con lui, ho residenza in un’altra casa.
    Ora ho ritrasferito la residenza da lui per prendere la sua classe. Devo aspettare quindi un anno per ritrasferire la mia reale residenza per non rischiare che venga revocata la legge Bersani?
    Grazie!

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      I rischi e i tempi sono indicati nell’articolo.

  32. Avatar
    Giancarlo

    Buongiorno avrei solo bisogno di una conferma
    Da qualche mese ho fatto mettere qui a casa mia dove vivo in affitto la residenza ad un amico usufruendo della legge Bersani ho acquistato una macchina e fatto una polizza …domanda ? Deve tenere un anno la residenza qui? Se la toglie prima l assicurazione potrebbe farmi problemi ? Grazie e buon lavoro

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      La questione è ben descritta nell’articolo, e ti preciso che il termine di 1 anno non è tassativo, bensì cautelativo.

  33. Avatar
    stefano di milano

    salve, vorrei una conferma.
    ho 35 anni, quindi guido da ormai da quasi 20senza alcun incidente ma ho sempre utilizzato auto di proprietà di mio padre con le assicurazioni a lui intestate. Da qualche mese convivo con la mia compagna ma non ho mai cambiato residenza, che quindi al momento è ancora dai miei genitori, e in questo periodo devo acquistare l’auto: se cambiassi residenza non potrei usufruire di alcuna agevolazione non avendo mai avuto un auto intestata? Se invece restassi residente nella casa dei miei potrei usufruirne? Ho capito correttamente? Quindi la cosa migliore sarebbe intestarmi un auto usufruendo per la polizza della legge bersani e cambiare residenza solo successivamente informando la compagnia e sperando che non la revochino. E’ tutto corretto?

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      E’ corretto, ma rileggi bene perché ci sono alcune considerazioni da fare su QUANDO è opportuno cambiare residenza.

  34. Avatar
    Giancarlo

    Siccome da alcuni anni lavoro a Brescia, ho deciso circa 2 mesi fa di cambiare residenza.
    Sottoscritta di recente una polizza auto rca , ho regolarmento informato il broker in merito alla mia richiesta del cambio di residenza, lo stesso ha consentito ad avvalermi della legge Bersani ( classe di merito di mio padre che risiede a roma)
    Un giorno fa ho ricevuto email con la quale il Comune mi ha informato che la domanda di residenza è stata accolta con pari data di richiesta del 2 ottobre 2020.

    Posso continuare con la legge Bersani ?
    Devo comunicare allìagenzia assicurativa?

    Grazie.
    Graxie

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Devi assolutamente comunicare alla compagnia il tuo cambio di residenza, pena la non copertura. A quel punto, incrocia le dita e spera che non revochino la Bersani!

  35. Avatar
    Mimmo

    Buongiorno, mio figlio, avendo acquisito la mia classe di merito da almeno 4 anni, per motivi di lavoro (militare) si è trasferito in Emilia Romagna dove ci rimarrà per un periodo abbastanza lungo e sta richiedendo il cambio la residenza. E’ possibile mantenere la stessa assicurazione, qui in Puglia, con tutte le garanzie accessorie? Almeno si spera che in questa città (Ravenna) gli si abbassi il premio. Basterebbe comunicare la variazione di residenza all’attuale assicurazione, affinchè provveda alla rideterminazione del premio? Oppure stipularne una nuova nella sua nuova città? Grazie mille.-

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Dovete innanzitutto variare l’indirizzo a libretto, poi comunicare la variazione alla compagnia che adeguerà il premio senza cambiare polizza.

  36. Avatar
    Claudio

    Basta eleggere domicilio presso casa di mia moglie per usufruire della legge Bersani? Siamo sposati ma abbiamo residenze diverse per motivi di lavoro e la sua polizza è la più favorevole.
    Ringrazio anticipatamente.

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Serve la residenza e comparire nel medesimo stato di famiglia.

  37. Avatar
    Mauro

    Buongiorno , vi contatto in merito ad una polizza auto con pagamento semestrale dove a causa di un cambiamento di comune di residenza, la seconda semestralità ha avuto una differenza di 90 euro , praticamente la polizza è aumentata di 180 euro all’anno. Il comune di provenienza è Stienta e quello di Migrazione è Occhiobello , tutti e due sono in provincia di Rovigo, ora io credo che ci possa essere un pò di differenza di prezzo ma non credo così elevato, forse c’è un errore nei conteggi che l’agenzia invece nega. Credo che non sia giusto che dopo che si sceglie una compagnia di assicurazioni dai costi più bassi in base al comune dove si risiede, poi una volta che si cambia residenza se non viene mantenuta la cifra sino alla scadenza annuale si debba pagare di più. Io credo che se cambi residenza, o ti mantengono la stessa quota sino alla scadenza così poi si decide di cambiare assicurazione o si da la possibilità di chiudere la vecchia e stipularne una nuova con i prezzi più bassi per quel comune, ma solo se cambi la residenza e non per altri motivi. Al momento l’unica maniera di eliminare la vecchia è fare un passaggio di proprietà o una demolizione….oppure regalare i soldi alla compagnia.

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Che dire… per praticità adesso consiglio di turarsi il naso e pagare. Poi, al rinnovo valuta nuovamente quale sia la compagnia migliore per il tuo nuovo comune di residenza.

  38. Avatar
    Fa

    Buongiorno,
    ho appena acquistato la macchina e vorrei usufruire del decreto Bersani per prendere la classe di merito di mio fratello.
    Sempre in questo periodo però, sto pensando di trasferirmi (all’interno della stessa città).
    Quando avverrà, vorrei cambiare residenza per ottenere il pass residenti, avendo in zona solo parcheggi con strisce blu (gratuiti per i residenti).

    Come e quando potrei muovermi per evitare che l’assicurazione contesti il cambio di residenza?

    Grazie

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      E’ giusto appunto spiegato in questo articolo.

      • Avatar
        Fa

        Speravo che non avendo mai avuto residenze diverse,
        lo storico definisse la bontà della scelta di utilizzare la legge Bersani, anche se fra poco è previsto un cambio di residenza.

        Mi sembra di capire che così non è purtroppo.

        Grazie!

  39. Avatar
    Saverio

    Salve, io ho la residenza nella città B, ma al momento vivo stabilmente nella città A con i miei genitori, ed appartengo al loro nucleo familiare in termini economici, ma di converso ho uno stato di famiglia diverso in quanto residente in B. Non è previsto che io, in quanto membro del nucleo familiare abbia diritto alla legge Bersani? Vale solo lo stato di famiglia per usufruirne?

  40. Avatar
    Andy

    Buonasera,
    avrei bisogno di un chiarimento per quanto riguarda la residenza. Sono rientrato nel 2017 in Italia, ho cambiato la residenza da Regno Unito a quella italiana. Adesso devo trasferirmi dai miei genitori e cambiare residenza nuovamente per motivi di lavoro e vorrei usufruire della legge Bersani. Il mio assicuratore mi ha informato che, per usufruire della legge Bersani, devo essere residente in Italia da almeno 5 anni. Vorrei sapere se sia vero o no. Grazie in anticipo
    Cordiali saluti

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      No non è affatto così: per applicarla con la tua famiglia non c’è un limite minimo di residenza, tuttavia occorre un’auto appena acquistata, nuova o usata che sia.

  41. Avatar
    Francesco

    Salve, vorrei cointestare la mia macchina con mio padre, io ho la residenza in Veneto e mio padre in Campania.
    L’auto e già intestata a mio nome e polizza in corso, ma vorrei cointestarla con lui per poi far usufruire la mia classe che in seguito se la intesta solo a suo nome e mantenere la classe. Si può fare

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      TI suggerisco di leggere il nostro approfondimento sull’assicurazione per auto cointestata, che spiega in dettaglio cosa accade.

  42. Avatar
    Michele

    Buongiorno
    Mia figlia, domiciliata in Francia per studio, ha acquistato la sua prima auto, usata, nel 2017. Dovendo rientrare in Italia deve di conseguenza chiedere l’immatricolazione dell’auto stessa. È applicabile la legge Bersani in questo caso?
    Grazie e saluti

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      A mio avviso si, anche se so di alcune compagnie che non accettano questo caso, non essendoci un cambio di proprietario.

  43. Avatar
    Silvia

    Buongiorno,
    volevo chiederle se per usufruire della legge Bersani è necessario essere residenti con il parente con la classe da acquisire o se è abbastanza averne il domicilio. Le chiedo in quanto la mia residenza si trova in una casa di proprietà, mentre effettivamente, per motivi familiari, vivo con domicilio da mio padre, e sono prossima ad acquistare un’auto nuova.
    Grazie. Silvia

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Serve la stessa residenza (domanda frequente).

  44. Avatar
    Rebs

    Buonasera , avrei un quesito da chiederle , mio zio vuole regalarmi la mia prima macchina intestandomela , premetto che (ne il passaggio ne la macchina è stata ancora pagata ) ma l’agenzia mi ha dato oltre al libretto la ricevuta sostitutiva del documento di circolazione . Io abito con il mio ragazzo , il quale ha cambiato la sua residenza nella nostra abitazione dopo che ho ricevuto questo foglio per poter usufruire della legge bersani visto che lui ha già un veicolo intestato. Detto ciò mi è stato riferito da alcuni assicuratori che per poter intestarmi io una polizza assicurativa usando la sua classe di merito avrei dovuto far cambiare prima la residenza di ricevere questo foglio. Perché mi è stato detto che si potrebbe fare la polizza con la legge bersani ma se un domani dovesse succedere un brutto incidente chi si occupa di gestire il tutto (la casa madre sellassicurazioni) vedrebbe questo fatto qua e non mi accetterebbe le varie gavole ma sarebbe come se girassi senza assicurazione . Detto ció mio zio non crede a queste cose perché mi dice che la ricevuta sostitutiva non vale niente visto che non è stato pagato ne il passaggio ne è stato ancora registrato in agenzia e me lo vuole fare lo stesso come decide lui . Come posso fare o meglio quale sarebbe la cosa giusta da fare ? Assicurarmela senza bersani o con ? Visto gli eventuali problemi che ci potrebbero essere in futuro? La ringrazio

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Anch’io non vedo problemi: basta che la persona con la quali applichi la legge Bersani, sia nel tuo stesso Stato di famiglia al momento della stipula della polizza assicurativa. Semmai, presta attenzione all’eventuale uscita dal nucleo familiare, come descritto nell’articolo.

  45. Avatar
    Luigi Chinappi

    Buonasera,

    ho appena acquistato a mio nome (che errore!) un’auto nuova da assicurare.
    Mia moglie, con la quale condivido il domicilio ma non la residenza (per banali questioni di ICI, IMU ecc.), non ha più alcuna auto intestata dal tardi 2016 ma ha un attestato di rischio storico in classe B/M 1.
    E’ possibile essendo conviventi intestarle l’assicurazione o, in subordine, intestarmela io usufruendo della sua classe B/M 1?
    Se non fosse possibile quanto sopra sappiate che io sono contraente (con tanto di attestato di rischio a mio nome in classe B/M 7) di una assicurazione su un’auto intestata a mia madre, invalida al 100%, di cui sono Amministratore di Sostegno (tutore legale) che non ha mai avuto la patente con la quale non condivido la residenza. Posso almeno usare questa classe di merito considerato che questa auto intestata a mia madre la sto dando in permuta parziale per l’acquisto dell’auto nuova di cui prima?

    Scusate se non mi fossi spiegato bene

    Saluti

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Purtroppo non puoi usare ne’ l’uno ne’ l’altro attestato. Una possibile soluzione da valutare sarebbe quella di fare subito una voltura del mezzo a nome di tua moglie.

  46. Avatar
    Nico

    Salve guido l’ auto intestata a mia mamma da tanti anni(classe 1),abbiamo la stessa residenza,se ne acquisto una nuova e me la intesto manterrò la stessa classe?Se si serve lo stato di famiglia?E se cambio residenza?Grazie.

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      E’ tutto spiegato proprio in questa pagina e nelle altre sulla Legge Bersani.

  47. Avatar
    Claudio

    buonasera.

    ho acquistato la mia auto 10 anni fa e l’ho fatta intestare a mio padre e a me ( mio padre risulta come primo nominativo); Eravamo stesso stato di famiglia. ho approfittato della bersani per prendere la sua classe di merito 1k.

    ad oggi non sono più nel suo stesso stato di famiglia.

    Ora stavo valutando di cambiare assicurazione ma ho paura che questa cointestazione dell’auto crei problemi al mantenimento della bersani a mio nome.

    vorrei quindi poter cambiare liberamente assicurazione in futuro e per sempre ed eventualmente intestare una nuova auto solo a mio nome senza perdere la classe che ho adesso.
    come devo agire per garantirmi questo risultato ?
    grazie

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Nessun problema, la classe potrà essere a nome tuo anche in caso di cambio residenza e/o intestazione a solo tuo nome del mezzo.

  48. Avatar
    Daniele

    Buongiorno, mio figlio è residente all’estero AIRE e vuole comprare un’auto da tenere in Italia con targa italiana. So che occorre dichiarare un domicilio in Italia. Mio figlio non è mai stato titolare di una RCA. Si può applicare la Bersani collegandosi al nucleo familiare del predetto domicilio? Oppure deve partire comunque da classe 14?

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Purtroppo non può applicare la legge bersani. Tuttavia potrebbe essere riconosciuta una classe Universale estera, se ha uno storico all’estero. Provateci.

  49. Avatar
    Fabio

    Buongiorno,
    La mia situazione fa parte della stessa casistica presente nell’articolo. Vorrei un consiglio per capire se possa effettivamente valere la pensa cambiare l’indirizzo di residenza al fine di beneficiare della Bersani.
    Abito in una villa composta da 3 abitazioni.
    – civico 60/26 secondo piano, abito io da solo;
    – civico 60/26 primo piano abitano i miei nonni (nonno in prima classe di rischio)
    – civico 60 bis abita mia madre (mai assicurata).
    Guido da dieci anni un veicolo con assicurazione intestata a mio padre ma, dal momento che quest’ultimo abita in Germania non posso trasferire la residenza da lui. L’unica soluzione sarebbe trasferirla da mio nonno che abita nel mio stesso civico su un piano diverso. La mia preoccupazione riguarda le implicazioni a livello di imposte, tasse che avete citato nell’articolo. Effettivamente cambiando la residenza pagherei l’IMU, perderei i benefici fiscali della prima casa, aumenterebbe la tassa dei rifiuti dei miei nonni e così via. A questo punto mi viene da chiedere, é veramente conveniente?
    Di questa legge non condivido la conditio sine qua non della stessa residenza. Guido da dieci anni un veicolo intestato a mio padre con assicurazione intestata allo stesso e a livello assicurativo il mio codice fiscale non può trarre alcun beneficio, la trovo una cosa folle. Con l’aggravante che ho cambiato la residenza pochi mesi prima che entrasse in vigore la bersani.
    Vi ringrazio per un feedback.
    Saluti

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Praticamente, ti sei già risposto! Cambiare la residenza è fattibile laddove non ci sono complicazioni come queste.
      Quanto alla convenienza, per il calcolo devi valutare implicazioni temporanee (l’IMU la pagheresti per 1 anno) con i vantaggi duraturi (la polizza la paghi meno per molti anni)

  50. Avatar
    Francesco

    Ciao!
    La situazione è questa: mio padre è in classe 1 e io non ho mai avuto un’assicurazione mia. Abbiamo due residenze diverse.
    Se sposto la residenza da mio padre, non verrà la Polizia municipale a controllare se io risiedo effettivamente da lui? Come risolvo questo problema?

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Certo che viene! Maggiori info nell’articolo.

  51. Avatar
    Narciso

    Salve. Sto acquistando la mia prima auto. Di per sé non è la prima visto che ne ho giá una ma intestata a mio padre a mio utilizzo. Non ho più la stessa residenza di mio padre quindi non convivo più con lui.posso usufruire della legge Bersani assicurando il mio di veicolo recuperando l’assicurazione?

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      No, ma questo articolo potrebbe darti qualche spunto per un’alternativa.

  52. Avatar
    Tonia

    Salve, dopo aver ricevuto l’attestato di rischio posso cambiare assicurazione mantenendo la classe acquisita ma mi chiedo la tariffa che mi verrà applicata sarà sempre quella della legge Bersani (più 55% della tariffa di origine) oppure mi sarà conteggiata una regolare tariffa? Il fatto di aver acquisito la classe di un parente risulterà tipo un “marchio”?

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      AL proposito ti rimando al nostro articolo: “Penalizzazione per legge Bersani”.
      Le percentuali che indichi non sono certo una costante, la cosa da fare è sempre confrontare più preventivi.

  53. Avatar
    davide

    Buonasera, mio padre sta acuistando una automobile nuova con la legge 104 in quanto invalido. Ora la sua residenza non è con me ma la stiamo cambiando per ovviare al problema della classe assicurativa che partirebbe dalla 14 in quanto non ha auto assicurate mentre io sto in prima classe e vorrei fargli prendere la mia classe. E’ possibile fare questo (fargli cambiare residenza e metterlo con me per prendere la mia stessa classe)?

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      L’articolo parla esattamente di questo.

  54. Avatar
    ALESSANDRO

    Buongiorno,
    ho una casa di proprietà in cui sono residente,vorrei usufruire della legge bersani con un auto già in possesso intetata a mio papà.
    Mio papà abita in un altra città, dovrei trasferire la residenza almeno per un anno da lui?
    come faccio essendo proprietario di una casa?
    grazie.

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      La procedura è ben descritta nell’articolo, ma per quanto riguarda le conseguenze di un cambio di residenza, varia da caso a caso, ad esempio andresti a pagare IMU sulla tua casa, e altre faccende da valutare attentamente.

      • Avatar
        Giuseppe

        Da quanto mi pare di aver capito, la revoca del beneficio a causa di cambio residenza subito dopo la stipula della polizza non è qualcosa previsto dalla legge ma è a discrezione della compagnia. Quindi mi chiedo: è realmente legittimo da parte della compagnia revocarlo? Non si potrebbe in qualche modo contestare la scelta della compagnia?

        • Marco R. (Borsatrader)
          Marco R. (Borsatrader)

          A mio giudizio è legittimo, in quanto viene meno uno dei requisiti fondamentali nel momento di un legittimo controllo.

  55. Avatar
    Francesco

    Salve, ho letto in un vostro articolo di due “trucchetti utili” per usufruire della legge Bersani, uno dei quali era un passaggio di proprietà interno alla famiglia per i veicoli già assicurati. Ma per “interno alla famiglia” s’intende di un passaggio di proprietà tra parenti (es. padre-figlio) oppure, come per il metodo del cambio di residenza, bisogna risultare conviventi e facenti parte dello stesso stato di famiglia?
    Grazie

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      SI intende tra persone con stessa residenza e stesso stato di famiglia.

  56. Avatar
    Stefano

    Buonasera, a breve io e la mia compagna andremo a convivere in affitto, probabilmente dal 1 Aprile. Nel contempo la mia compagna riceverà nei prossimi giorni la sua prima auto e vorrebbe usufruire della Legge Bersani per ereditare la classe di merito di un suo genitore.
    Mi può confermare come indicato nell articolo che sarebbe meglio per lei non cambiare la residenza almeno per i prossimi 10 mesi in modo da non rischiare la cancellazione della classe di merito ?
    Le chiedo inoltre, se ne è a conoscenza, se il fatto che sarà co-intestataria del contratto di affitto possa creare problemi per tale caso.
    La ringrazio per la sua gradita risposta

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Confermo, e ciò che fa testo è la residenza anagrafica, non certo la stipula di un contratto di affitto (se non cambia residenza).

  57. Avatar
    Vale

    Mi sono recentemente trasferita a vivere con il mio ragazzo non ho ancora spostato la residenza ma pensavo di farlo a breve. Il mese prossimo comprerò una moto posso usufruire della Bersani dato che il mio ragazzo possiede una moto(anche se saranno passate 3 settimane o poco più dal cambio di residenza) oppure devo attendere che mi arrivino gli adesivi da apporre sulla patente? (In questo caso mi farei consegnare a casa la moto è attendere i ad assicurarla) .

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Direi che puoi procedere subito.

  58. Avatar
    Alessandro

    Salve, tra qualche mese mi arriverà una nuova auto intestata a mia mamma, non patentata ed il cui conducente esclusivo saró io. La mia prima domanda è se potró trasferire la classe di assicurazione dalla mia attuale auto del quale sono proprietario alla nuova intestata a mia madre chiarendo che abitiamo nello stesso nucleo famigliare. La seconda domanda è, ammettendo per la legge Bersani che questo sia possibile, cosa succede se dovessi cambiare residenza dopo qualche mese: l’anno prossimo l’assicurazione a nome di mia mamma perderebbe i benefici della mia residenza e dovrebbe partire dalla classe più alta oppure potrebbe mantenere comunque la classe attuale, più bassa di un anno? Grazie

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Che confusione! Ma l’auto che arriva si aggiunge o sostituisce la tua attuale, a te intestata?

  59. Avatar
    Laura

    Buonasera, mio figlio ha trasferito la sua residenza da un anno senza usufruire della Bersani, ora vorrebbe acquistare un auto per godere dei benefici potrebbe riprendere la residenza in casa mia oppure, chiedo, usufruire della classe del padre se fosse lui ora a trasferirsi presso il figlio ? Chiedo inoltre altri eventuali suggerimenti.
    Grazie
    Laura

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      L’articolo qui sopra spiega proprio questo caso!

  60. Avatar
    Aninimo

    Quanto sono lunghi i tempi per per riprendere la stessa residenza, rischio di perdere gli assegni familiari.

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Infatti, fai molta attenzione, spesso è sconsigliabile variare residenza se vi sono esigenze fiscali specifiche come la tua.

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)