Cointestazione auto tra non conviventi

Assicurazione cointestata tra non conviventi
Assicurazione cointestata tra soggetti non conviventi

Cosa accade dal punto di vista assicurativo per un mezzo cointestato tra due soggetti non conviventi? Ecco quali sono le soluzioni più vantaggiose per cercare di assicurare il mezzo alla cifra migliore. Tutto quello che c’è da sapere.

Come funziona l’assicurazione quando si ha un mezzo cointestato tra due persone che non sono conviventi? Ecco quali sono le problematiche e come conviene affrontarle.

Come funziona la cointestazione auto tra non conviventi?

Il soggetto sta comprando un nuovo veicolo e si è imbattuto nei cavilli assicurativi. Ha venduto una macchina cointestata con la madre quasi 4 anni fa e di cui era il secondo intestatario, arrivando fino alla classe universale 6 con un periodo di fermo assicurativo di quasi 4 anni.

Attualmente il soggetto vorrebbe cointestare la nuova auto con il suocero che però possiede un altro veicolo con relativa assicurazione alla classe 14 intestata solo a lui che sta per rottamare. La vorrebbe cointestare perché la stanno comprando insieme usufruendo degli incentivi per rottamazione.

La compagnia assicurativa consiglia di intestarla solo al soggetto per evitare complicazioni. Se, invece, la cointesta con il suocero, può mantenere la classe 6 e se un domani, volesse assicurarla il suocero, potrebbe farlo? Il soggetto e il suocero vivono nella stessa casa ma non hanno la stessa residenza, con due attestati di famiglia diversi.

Assicurazione cointestata tra non conviventi
Assicurazione cointestata tra soggetti non conviventi

Quale sarà la classe di merito?

Alcune compagnie acconsentiranno a mantenere la CU 6, mentre altre imporranno la CU 14. In entrambi i casi, la classe sarà poi riutilizzabile su un veicolo mono-intestato ad uno solo dei due cointestatari, quando si venderà l’auto cointestata.

Un caso particolare: residenza diversa

Un soggetto ha l’auto cointestata con il figlio che ha una residenza diversa, addirittura in altra città, per cui non guiderà mai la macchina che è in esclusivo possesso del genitore. L’assicurazione è cointestata, ma con riferimenti al figlio che vive in una città con maggiori rischi.

E’ possibile con rinuncia scritta da parte del figlio di avere la polizza con le condizioni più vantaggiose riferite al genitore?

Dipende dalla compagnia.

Autore: Marco R. (Borsatrader)

Marco R. (Borsatrader)
Marco R. (Borsatrader) è un imprenditore che ha sviluppato competenze in molteplici campi della finanza in oltre 20 anni di investimenti e pratica del trading online. Dal 2003 ad oggi ha scritto oltre 700 approfondimenti sul risparmio, sulle assicurazioni, sugli investimenti immobiliari, e ha risposto online ad oltre 45.000 quesiti dei lettori.

6 commenti

AVETE UNA DOMANDA? SCORRETE FINO IN FONDO E SCRIVETE NEL MODULO COMMENTI, L'ESPERTO VI RISPONDERA' SU QUESTA PAGINA
  1. Avatar
    Assunto

    Ho l’auto cointestata con mia figlia(dal 2015) che adesso si è sposata e vive in altro paese.. (lei ha solo quest’auto). L’assicurazione è intestata a me che comunque ho anche un altra auto assicurata con un’altra assicurazione… Come posso fare per lasciare sia l’auto (passaggio di proprietà? ) che la classe di merito dell’assicurazione sulla vettura(in automatico).

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Se è iscritta AIRE è obbligatorio aggiornare i suoi dati di residenza sul libretto ed informare di questo l’assicurazione. La classe sarà mantenuta, tuttavia potrebbe esserci un adeguamento di premio dovuto, appunto, alla residenza estera, che inspiegabilmente comporta aumenti nella maggior parte dei casi.

  2. Avatar
    Pasquale

    Voglio acquistare uno scooter e fare una cointestazione tra me e mio fratello (diversa residenza, diverso nucleo familiare). Io non ho un attestato di rischio nè mai stato intestatario di assicurazione, mio fratello ha un attestato di rischio sulla sua auto ed è in terza classe. Io sarei il guidatore abituale dello scooter. E’ possibile cointestare l’assicurazione e partire dalla classe di appartenenza di mio fratello?
    Grazie

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      No, anche se in questi casi talvolta le compagnie chiudono un occhio, almeno sulla classe interna.

  3. Avatar
    marco r.

    Io e la mia compagna con residenze diverse abbiamo acquistato una nuova auto cointestata, l’assicurazione è passata alla classe 14, io ho un’auto del 2007 cointestata con la mia compagna classe la più bassa, chiedo è possibile fare passaggio di assicurazione con condizioni vantaggiose, in alternativa sposando la mia compagna ma mantenendo, in separazione dei beni, diverse residenze è possibile usufruire i vantaggi dell’assicurazione dell’auto 2007
    grazie

    • Marco R. (Borsatrader)
      Marco R. (Borsatrader)

      Se vendi l’auto del 2007 a mio giudizio puoi tranquillamente trasferire la polizza sull’altra, essendo gli stessi proprietari. Se invece le mantenete entrambe, l’unica via sarebbe avere stessa residenza e stato di famiglia e applicare la legge Bersani, ma anche in tal caso sarebbe un caso particolare, non trattato uniformemente dalle compagnie.

Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)