RCA non in regola sul portale dell’automobilista

RCA portale automobilista
Come controllare che tutto sia in regola sul portale dell'automobilista?

Il Portale dell’Automobilista permette di tenere sotto controllo i vari dati della patente, i punti, il bollo e anche l’RCA. Talvolta può capitare che i dati non coincidano con la situazione reale: c’è da preoccuparsi? Vediamo come comportarsi.

Come fare se l’RCA non risulta in regola sul Portale dell’Automobilista?

Se si ha assicurato uno scooter nuovo (quindi pagato assicurazione) l’RCA dovrebbe essere il regola. E se nel portale dell’automobilista, inserendo la targa, risulta non in regola con RCA? Quale può essere il motivo? Non dovrebbe fare tutto l’assicurazione?

E’ possibile che possano passare anche più di 10 giorni e ancora non risulta aggiornato? Possono venire dei dubbi che il subagente non abbia messo “a cassa” l’importo e si sia stati truffati. In tal caso, in caso di controllo o sinistro stradale, come si svolgerebbero gli eventi ?

RCA portale automobilista
Come controllare che tutto sia in regola sul portale dell’automobilista?

I tempi tecnici del Portale

Spesso è un problema di tempi tecnici. Non si è a conoscenza di quanti giorni occorrano prima che il portale dell’automobilista aggiorni il proprio database, né se questo sia o meno in tempo reale con le compagnie.

In verità tutti i database globali relativi alle assicurazioni auto, a partire da quello dei sinistri, hanno una gestione non del tutto chiara ed efficiente in Italia. Oltretutto nel caso in cui si sia stipulata la polizza di venerdì, e che alla domenica non ci sia ancora il dato. E’ bene riprovare dopo qualche giorno, fino anche a due settimane. In ogni caso, non è necessario sentirsi in difetto e ovviamente è possibile circolare senza timori da subito.

Se si sospetta una truffa è bene tenere monitorata la situazione, ma se si ha un tagliando e tutti i documenti, si è certamente in regola, almeno per il Codice della Strada.

Le verifiche da fare sul portale

Adesso è di fondamentale importanza verificare che i propri mezzi risultino, anno per anno, regolarmente assicurati sul Portale dell’Automobilista. In caso contrario, è bene sollecitare la compagnia.

Cosa accade nel caso si venga fermati dalla Polizia?

Cosa fare nel caso in cui si venga fermati dalla stradale e verificando, sostengano che il veicolo non risulta assicurato, ma si è realmente pagato? E se la stradale non vuole sentire ragioni e sequestra il veicolo?

Potrebbe essere una truffa della compagnia o del broker?

Truffa, inefficienza del broker e/o della compagnia, tante sono le possibili spiegazioni. L’importante è avere qualche documento rilasciato dall’assicurazione?

Cosa accade se la polizza assicurazione online non è firmata

Ad una persona è stata rubata l’auto. Aveva stipulato una polizza con un’assicurazione online appena un mese prima (ha cambiato compagnia rispetto all’anno precedente), includendo la garanzia incendio e furto.

La polizza era attiva, ma si è accorto dopo poco che non ha mai inviato la copia del contratto firmata alla compagnia di assicurazione. C’è da specificare che: la compagnia non ha mai sollecitato l’invio del modulo firmato, la polizza risulta attiva, non tutte le compagnie richiedono l’invio del modulo firmato, ma accettano la stipula della polizza stessa come “firma digitale”.

Ha aperto il sinistro e ha appena ricevuto i documenti (procura speciale a vendere etc) che dovrà inviare all’assicurazione per la liquidazione. La domanda è: il mancato invio del contratto firmato, può pregiudicare in qualche modo la validità del contratto? Ha cercato sia sul sito dell’assicurazione e sia in rete e non ha trovato nessuna informazione specifica in merito.

E’ prassi comune che il pagamento costituisca la “firma” del contratto, tuttavia si suggerisce di inviare la documentazione firmata quanto prima, con una lettera separata.

Autore: Marco R. (Borsatrader)

Marco R. (Borsatrader)
Marco R. (Borsatrader) è un imprenditore che ha sviluppato competenze in molteplici campi della finanza in oltre 20 anni di investimenti e pratica del trading online. Dal 2003 ad oggi ha scritto oltre 700 approfondimenti sul risparmio, sulle assicurazioni, sugli investimenti immobiliari, e ha risposto online ad oltre 45.000 quesiti dei lettori.
Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)