CTZ – Certificati del Tesoro Zero-Coupon

Trading con i CTZ
CTZ: cosa sono e come usarli per il trading

I CTZ, Certificati del Tesoro Zero Coupon, sono un tipo di Titolo di Stato presente da poco sui mercati obbligazionari, è molto simile ai BOT ma con scadenze a medio termine a 2 anni e ad un anno e mezzo.

Il terzo strumento utilizzato dal Tesoro per la raccolta di fondi a medio termine è relativamente giovane.

I primi CTZ sono stati infatti emessi alla fine del febbraio del 2005. I Certificati del Tesoro Zero-Coupon, come indica il loro nome, sono dei Titoli di Stato emessi a sconto e rimborsati alla pari, senza pagamenti cedolari intermedi.

Trading con i CTZ
CTZ: cosa sono e come usarli per il trading

La loro struttura contrattuale è dunque assimilabile a quella dei BOT. La principale differenza è rappresentata dalla scadenza: mentre i BOT sono emessi in tre varianti a breve termine, i CTZ sono emessi in due varianti a medio termine ( 18 e 24 mesi).

Il prezzo di emissione viene determinato attraverso un procedimento di asta pubblica, bandito ogni 15 giorni. Nel corso delle aste che si tengono a metà mese vengono offerti titoli della durata di 2 anni mentre in quelle che si tengono a fine mese sono collocati i titoli ad un anno e mezzo.

Come le altre tipologie di titoli di Stato, i CTZ possono essere sottoscritti per un valore nominale minimo di 1.000,00 € o multipli di tale importo.

Autore: Marco R. (Borsatrader)

Marco R. (Borsatrader)
Marco R. (Borsatrader) è un imprenditore che ha sviluppato competenze in molteplici campi della finanza in oltre 20 anni di investimenti e pratica del trading online. Dal 2003 ad oggi ha scritto oltre 700 approfondimenti sul risparmio, sulle assicurazioni, sugli investimenti immobiliari, e ha risposto online ad oltre 45.000 quesiti dei lettori.
Vuoi chiederci qualcosa?

Nome e Commento saranno pubblicati. La tua Email non sarà pubblicata né usata per pubblicità.
I tuoi dati sono trattati nel rispetto della privacy.
(* dato richiesto)